Chi siamo - Il blog - Gli studenti

Le autrici - Raffaella Vitulano ed Ester Crea

Autrice del programma You WORK è Raffaella Vitulano, giornalista, direttore responsabile di Conquiste del Lavoro, il quotidiano della Cisl, unico quotidiano sindacale al mondo. E' inoltre responsabile della sua versione web (www.conquistedellavoro.it) e collabora con Labor Tv, la web tv della Cisl.

Da 25 anni esercita questa professione e ha collaborato con diverse testate, come Italia Oggi, il Sole 24 ore, Anna (oggi "A"), Il Diario del Lavoro (sotto la direzione di Massimo Mascini). Laurea in scienze politiche, poi un master di due anni in modellismo e stilismo d'Alta moda, ha seguito per anni temi internazionali legati soprattutto a fusioni e acquisizioni di aziende tessili, delocalizzazioni e sindacato internazionale, industria e artigianato. Giornalista professionista, ha realizzato moltissimi reportage in Italia e all'estero nell'ottica del "glocalism", per dimostrare in pratica come ormai ogni vicenda nazionale sia indissolubilmente legata a questioni internazionali. Ha realizzato inoltre interviste a personaggi di spicco, come Mikhail Gorbaciov e Jacques Delors. Parla inglese, francese e spagnolo. Le piace chiacchierare con la gente, e le interviste realizzate per questo format sono improntate alla maggiore naturalezza possibile.

Cerca il suo profilo professionale su LinkedIn e segui le discussioni sul sito relative al mercato del lavoro! E se vuoi vedere alcuni "Focus" realizzati da Raffaella, cercali su Labor Tv o sul suo canale YouTube: http://www.youtube.com/user/raffaellavitulano nella sezione "Preferiti".

Autrice del format JOBS! è invece Ester Crea. Gli studi da attrice all'Accademia nazionale d'Arte drammatica Silvio D'Amico ne hanno impostato l'esatta struttura professionale per lanciarsi in un progetto giornalistico costruito attorno al reportage interpretativo. Seguila!

1° agosto 2011

Il progetto, i lanci in fabbrica- Eccoci qui, partiamo! Raccontiamo qualcosa di questo format. Cominciamo dai preparativi. Se avete visto il video caricato su YouTube, avete già conosciuto lo stile contemporaneo di Giuseppe, il giornalista di Conquiste del Lavoro che ci ha ospitato nella ex fabbrica di legnami che apparteneva alla sua famiglia. Era una giornata lunga e (poco) tempestosa di due mesi fa. Fortemente assolata, direi piuttosto, con l'estate incombente. Faceva un caldo opprimente ma l'impavido cameraman Ciccio e il suo assistente Manolo sono riusciti a girare le 4 clip nonostante gli assalti di Tonino, il guardiano sdentato che sa comunque azzannare gli intrusi. Con qualche tazza di caffè e qualche brioches offerta dall'impavido Giuseppe, indossati i costumi di scena ci siamo cimentati con le presentazioni dei quattro spazi del programma. Lo so, lo so, non ho l'allure né la lunga esperienza di Piero Angela e di suo figlio, e accompagnarvi in un viaggio spazio-temporale sul mondo del lavoro in abiti d'epoca poteva essere rischioso per la mia credibilità giornalistica, ma noi di YouWORK amiamo sperimentare.

La comunicazione passa oggi inevitabilmente anche dalle immagini, oltre che dai social network. E anche sui “social”, le parole sono spesso sostituite da simboli e accompagnate da spazi multimedia , e questa è la strada che abbiamo deciso di percorrere.

Non c'è mera ricerca estetica in questo percorso, ma una comunicazione diversa, forse anche innovativa rispetto al linguaggio utilizzato oggi dai media sindacali per trasmettere i contenuti quanto più possibile in rete, destinandoli ad un pubblico giovanile ma senza trascurare gli anziani, che soprattutto nella sezione dei lavori del passato possono ritrovare antiche emozioni.

 

Le scuole - E i giovani possono da parte loro raccontarci i loro sogni e le loro aspettative. Noi abbiamo raccolto interviste nelle scuole, montate poi come un videomessaggio, di quelli che ricordano i provini. Non per la tv, ma per il mondo del lavoro! Siamo stati in tre istituti professionali (turistico-alberghiero, meccanico, commerciale) e in un liceo artistico, preferendo la periferia. Da ottobre andremo anche nei licei classici e scientifici, ma seguiremo anche la nostra indagine sui professionali.

I lavoratori - Nella prima puntata abbiamo scelto di dare voce a Dante il boscaiolo. Un po' perchè i nostri gnomi della foresta di Kartell, Attila e Napoleon, lo reclamavano, un po' perchè il confronto generazionale col figlio ci è sembrato davvero interessante. Lo abbiamo incontrato in un bosco e ci ha raccontato che in inverno lì in provincia di Frosinone si possono trovare anche vipere nascoste sotto i tronchi accatastati. E' un mestiere fisicamente impegnativo, quello del boscaiolo, ma abbiamo visto diversi ragazzi che si davano da fare al lavoro. La sua storia è molto bella, soprattutto quando rievoca il mestiere di carbonai dei genitori. Una vita fatta di sacrifici, un racconto che può spiazzare dalla contemporaneità, ma che testimonia che nel presente ci sono spazi impensabili di lavoro per giovani.

La sedia di Ballarò ha costituito il fulcro della seconda storia professionale, quella dello scenografo Rai Agostino Agostinelli. Decine e decine di progetti disegnati ancora a mano invadevano il suo ufficio in Rai. Agostino lavora in team e ha conosciuto alterne vicende in azienda, alla quale è fedelissimo. Ora sta lavorando ad un nuovo progetto di RaiNews e presto sentiremo ancora parlare di lui, scenografo con una galanteria e una classe d'altri tempi.

Ah, la professoressa! E' la figura professionale più vicina ai giovani, e chi più di Mariagrazia Mussolino poteva spiegarci la vostra formazione e le vostre delusioni? Lei ha vissuto il precariato in prima persona, ci ha raccontato delle sue levatacce all'alba quando per strada incontrava solo il parroco della messa all'alba. Ci ha detto del suo entusiasmo per il vostro entusiasmo nello studio. E della commozione per i ringraziamenti ricevuti. La scuola in cui lavora è a Centocelle, quartiere “difficile” in cui l'istituto rappresenta un vero punto di riferimento. Lei si è guadagnata la stima dei ragazzi. Ascoltate la sua storia.

Coraggiosissimo il macchinista di Trenitalia Paolo Viola, che con sangue freddo ha affrontato nella sua attività professionale anche un suicidio sui binari. Un'esperienza drammatica, soprattutto per un lavoratore di giovane età. Un lavoro di forte responsabilità verso i passeggeri. E pensare che da piccolo odiava i trenini! E che, oggi, quando deve partire per le vacanze preferisce viaggiare in auto. Forse perché è altissimo e sarebbe difficile e scomodo, per lui, viaggiare in cuccetta. Lo abbiamo incontrato fuori della stazione, a Roma Termini, in una pausa tra i suoi mille viaggi.

Dai treni agli aerei. La protagonista della quinta puntata è una assistente di volo. Come per la stazione del macchinista, le riprese in aeroporto sono vietate, e così noi ci siamo attrezzati nell'agenzia di viaggi della Cisl, la Poker, che ci ha gentilmente prestato una scrivania per l'intervista. Giulia Nalini è arrivata accompagnata da un'amica, che come una sorella l'ha consigliata e incoraggiata. Era molto emozionata, ma il suo racconto si segue bene. Contattarla non è stata facile: tra un volo a Tokyo e uno in Colombia l'abbiamo bloccata. E ne è scaturito un delicato racconto di vita predestinata.

L'addetto mensa, beh, lui lo conosciamo molto bene in Cisl! Segnalatoci dalla federazione di categoria, Domenico Dettori lavora nella mensa confederale. Paziente ascoltatore, quasi uno psicologo dei frequentatori del bar, non sopporta però la maleducazione. Creativo in cucina, preciso e con spiccate doti organizzative, ci accoglie sempre con un sorriso e sa capire dai nostri sguardi il nostro umore. Ha fatto molta gavetta, partendo dalla Sardegna, passando per Londra e poi approdare a Roma. Conosce i gusti dei clienti, ha ottima memoria e vi consiglia, per l'estate, cous cous con diversi condimenti, nonché l'orzo perlato in insalata.

Tempo d'estate, di vacanze. Nella penultima puntata prima delle ferie vi abbiamo proposto la guida turistica. O meglio, la presidente nazionale delle guide d'Italia. Una donna di forte cultura ed esperienza, che poco ama le mail, preferendole i fax e il telefono. Precisa ed accurata, Marcella Bagnasco ha accettato - nonostante la giornata torrida – di posare di buon grado sotto il sole dei Fori Imperiali per poter favorire il lavoro del cameraman. E' stata gentile e cordiale, e ha gettato un ponte verso le nuove generazioni di guide turistiche. Marcella conosce storie e segreti culturali delle epoche, e ce li spiega con passione. La guida turistica ha una forte dominanza anche di pubbliche relazioni: un grazie particolare a questa signora eccezionale.

Abbiamo chiuso in bellezza, l'ottava puntata di YouWork, con un giovanissimo operaio della Montana, quella che nel Carosello pubblicizzava la carne in scatola col “Gringo” . Lui lavora alle confezioni pronte, quelle che vengono già speziate e sono pronte per essere cotte nelle sere d'estate. Sposatosi giovanissimo con un matrimonio che all'epoca veniva definito “riparatore” perché preludio alla nascita di una splendida bimba, Fabio Benvenuto è stato assunto tramite un'agenzia per il lavoro. Nel weekend continua a lavorare come pizzaiolo, un'attività che gli piace molto. Comunicativo, un po' ribelle ma grande lavoratore, questo ragazzo non ipoteca il suo futuro e spera di crescere ancora molto, da un punto di vista professionale. Cambierà lavoro? Mah, di certo i suoi studi di Belle Arti non gli serviranno, dato che non li considera più affini al suo temperamento.

 

13 settembre 2011 - Rieccoci, siamo tornati!!!!! Domani ricominciano le puntate di YouWork su Labor Tv per la nuova stagione. Avremo nuove interviste a lavoratori e ragazzi. L'autunno si arricchisce anche con un'altra rubrica: quella dei consigli per l'impiego a cura di Ali. Simona Lombardi, responsabile marketing dell'agenzia per il lavoro, ci spiegherà come affrontare il mondo del lavoro, soprattutto al primo impiego. Ci aiuterà a comprendere difficoltà e superare pregiudizi. Seguiteci!!!

6 ottobre 2011 - Cinque giorni fa è stato il mio compleanno e mi sono presa una pausa. Ma non vi ho dimenticato affatto! Stiamo girando nuove puntate. Abbiamo già incontrato il dipendente Inps che ci ha raccontato dell'utilità dell'Istituto per i giovani, soprattutto precari: loro sono in grado di offrirvi informazioni su posizione e contributi, andateci! La settimana prossima incontreremo il vigile e lo chef: da leccarsi i baffi! E un consiglio agli automobilisti: in campana con le contravvenzioni per velocità e guida in stato di ebbrezza all'uscita dalle discoteche...

17 novembre 2011 - Una gran stanchezza, ma abbiamo registrato davvero tante puntate! Spero che vi piaccia quella del medico: la dottoressa Maria Moro (nipote del grande statista) è una persona eccezionale. Abbiamo cercato di trasmettervi con l'intervista la sua profonda sensibilità. La stessa che abbiamo trovato nell'infermiera, disponibile e splendida nei rapporti con i malati. Molto "sui generis" è anche il controllore di volo: guardate la sua intervista per capire di più sui vostri viaggi. E noi, per saperne di più, stiamo fissando un appuntamento anche col pilota di linea! Mi raccomando: prima di andare in aeroporto con l'auto Ncc, guardate l'intervista all'autista. E poi, le altre puntate uscite dopo l'estate: ma evete conosciuto la poliziotta penitenziaria del carcere di Rebibbia? Un'esperienza umana disarmante. E il 2 novembre non potevamo non intervistare l'addetto cimiteriale. Di lui abbiamo apprezzato la grande ironia: non perdetevi la puntata! Fisicità e carattere, umanità e decisionismo: guardate l'intervista al pompiere. A corto di benzina? Fate un salto al distributore del nostro benzinaio, che ha lasciato i campi per venire in centro città. E già che ci siete, fate un salto all'edicola del nostro gestore, prima di passare in banca dall'addetta ai clienti che ci racconterà di crisi dei mutui delle famiglie. Poi, per dimenticare le peripezie contabili, consolatevi con un bel gelato rievocando l'intervista ai due amici impiegati della Nestlé. E già che ci siete, fate un giro in giostra facendovi raccontare dal nostro giostraio la sua vita nomade.

Insomma, in ogni momento della vostra giornata vi accorgerete che un altro lavoratore vi sta vicino, aiutandovi a risolvere problemi o distraendovene. E YouWORK sarà lì a filmarvi...

9 febbraio 2012 - Avete mai pensato a quanto sarebbe bello lavorare ovunque, solo con un computer? Potreste farlo da casa, in viaggio. Magari scrivendo quello che più vi piace e guadagnandovi da vivere solo in questo modo! Niente uffici, niente vincoli. Uno spazio di libertà. E' quello che ha fatto il mitico Robin Good, l'italiano citato su Google come esempio di nomade digitale. Guardate la nostra intervista esclusiva! Certo, il senso di libertà lo provano anche i piloti di linea, guidati dai controllori del traffico aereo. E che dire di chi lavora nella natura, come il lavoratore forestale? Ebbene sì, noi siamo andati ad intervistare anche loro. Ma non abbiamo dimenticato chi invece da anni ha donato fedeltà all'azienda, come l'operaio Fiuggi, il dipendente Inps o l'autista di mezzi pesanti dell'Ama, che ci ha anche insegnato la corretta gestione della raccolta differenziata dei rifiuti. Infine, abbiamo voluto raccontarvi di una professione gustosa e creativa: lo chef. Un artista, come il "vigile" attore. Volete conoscere il titolo della commedia da lui scritta, diretta e interpretata? "Incidenti di percorso": e come potrebbe essere diversamente?

 

Maggio 2012 -Rieccoci!!! Abbiamo finito le ultime riprese e le puntate andranno via come il vento. Ma voi le tratterrete nella vostra memoria, ne sono sicura. Voglio ricordare la storia della tassista, una mamma lavoratrice che ha dovuto affrontare diverse esperienze prima di approdare a questo lavoro.

E ancora, la giovanissima archeologa, entusiasta della sua professione, competente nonostante la sua giovane età. Infine, ho scelto la figura di un camionista che guida nella notte con un sottofondo jazz per salutarvi. La sua storia è incredibile, ascoltatela e studiate quest'uomo coraggioso e intraprendente che vi rivelerà alcuni aspetti inediti e sfaterà alcuni preconcetti sulla sua professione...

Un grazie particolare ai ragazzi delle scuole che ci hanno raccontato i loro sogni e le loro speranze e aspettative. Ultimi solo per registrazioni, gli allievi del Liceo Artistico di via di Ripetta a Roma. Ah, inguaribili artisti! Non mollate mai i vostri sogni!!!

E un grazie specialissimo a tutti i tecnici che hanno consentito la realizzazione di questo format. Innovativo, sperimentale, coraggioso. Come loro, come Labor Tv della Cisl e come noi tutti che l'abbiamo voluto fortemente e che non smetteremo mai di credere nel valore profondo del LAVORO.


Raffaella Vitulano

Comincia JOBS!!!!!!!

Rieccoci per una nuova esperienza!